Diretti dal maestro Andrea Gargiulo

Mariotto si veste di musica e colori con l’Orchestra Infantile “MusicaInGioco”

Domenica sera oltre 70 bambini di Bitonto e frazioni si sono esibiti in piazza Roma, in memoria di don Tonino Bello

Spettacolo
Bitonto martedì 26 giugno 2018
di Annarita Cariello
Orchestra Infantile
Orchestra Infantile "MusicaInGioco" © BitontoLive.it

Una grande festa della musica, oltre ogni barriera, nel segno della condivisione e della speranza di un futuro migliore. Questo è stato il concerto “In cammino con don Tonino”, nel quale oltre 70 bambini di Bitonto, Mariotto e Palombaio si sono esibiti domenica sera nella piazza Roma della frazione, suonando con orgoglio gli strumenti appresi durante le lezioni con il maestro Andrea Gargiulo.

A suon di violino, flauto, percussioni – ognuno seguendo il ritmo del proprio cuore e della libertà di esprimersi – l’Orchestra Infantile “MusicaInGioco”ha convinto e coinvolto gli spettatori, ricordando la figura del vescovo originario di Alessano, con le sue parole, espresse dalle voce di Cinzia Farchi.

Il primo a dichiarare il proprio entusiasmo per l’iniziativa è stato proprio l’assessore al welfare, tra i fautori del progetto, Gaetano De Palma: «Questo è un progetto che mira ad abbattere i muri della diversità e a coinvolgere i minori con scarse possibilità economiche o in difficoltà. Ringrazio il sindaco Michele Abbaticchio, che accolto con favore la nostra proposta, i dirigenti funzionari e le assistenti sociali, i dirigenti delle scuole don Tonino bello, Sylos, don Milani, Fornelli, circolo Caiati, Modugno-Rogadeo-Rutigliano, Cassano De Rienzo, Sacro Cuore. Ringrazio, infine, il consigliere Pino Maiorano che ci ha fatto conoscere questa realtà. Stasera sentirete il vero rumore della felicità».

Parole di orgoglio anche da parte dello stesso Maiorano, che ha definito il progetto «un sogno che si avvera, con un concerto che non è di chiusura ma di inizio, perché in questi ragazzi stiamo piantando un seme e siamo certi che crescerà».

Infine, il maestro Gargiulo ha chiuso la serata con il proprio commento personale: «Per me è un’emozione particolare essere qui stasera, perché questi ragazzi tre mesi fa non sapevamo suonare nessun strumento, e ora sono qui, in una vera e propria Orchestra. Il risultato di stasera non è solo sonoro, ma è un cambiamento personale in ognuno di loro: impegnarsi per raggiungere obiettivi di bellezza è sempre qualcosa che premia».
Presenti alla serata anche il coro della don Tonino Bello e musicisti di Palo Del Colle, Adelfia e Bari.
Lascia il tuo commento
commenti