Il caso

Tariffa super economy, ma il biglietto è in prima classe: la gaffe della neodeputata Ruggiero

La pentastellata eletta alla Camera nelle elezioni del 4 marzo ha commesso il primo “innocente” errore di comunicazione sui social

Politica
Bitonto martedì 20 marzo 2018
di La Redazione
Il biglietto di Francesca Anna Ruggiero
Il biglietto di Francesca Anna Ruggiero © n.c.

Il post della discordia. Potremmo definirlo così, quello pubblicato ieri alle 15 sul proprio profilo social dalla neodeputata pentastellata Francesca Anna Ruggiero. La laureanda in Medicina, eletta alla Camera nel corso delle ultime elezioni politiche, aveva pubblicato lo scatto del biglietto del treno che, con partenza da Bari centrale alle 18.14, l’avrebbe condotta a Roma alle 22.20 per tenere fede ai suoi impegni politici e attestare l’avvenuta nomina a deputata.

Un post, però, che le è costato tantissimo, e per il quale gli affiliati e i detrattori del Movimento Cinque Stelle si sono divisi, tra commenti “al vetriolo” e frecciatine alla presunta ingenuità della Ruggiero. La neodeputata, infatti, aveva scritto: “Oggi partiamo per Roma per la proclamazione. STIAMO ARRIVANDO! Con le mani libere e in esse solo il biglietto in classe SUPER ECONOMY, per non incidere troppo nelle tasche dei contribuenti. Ci rivediamo presto per rendicontare direttamente cosa sarà successo a Montecitorio in questa importantissima settimana”.

Peccato, però, che la corsa fosse stata acquistata in prima classe, seppure con tariffa super economy (al costo di 49,90 euro), in barba alle “tasche dei contribuenti”. Un errore di comunicazione che è stato ripreso prima da Repubblica Bari e poi da molti altri quotidiani locali, e commentato su Twitter e su tutti i social, ottenendo un'eco nazionale.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • pinucciodepalo@libero.it ha scritto il 13 maggio 2018 alle 10:31 :

    A prescindere dalla trovata propagandistica della miracolata va sottolineato che è sempre da apprezzare ciò che farà la Ruggiero. Speriamo in futuro di vedere la foto del diploma della conseguita laurea. In ciò vedremmo un utile risparmio a favore della comunità in quanto, con il suo prolungato fuori corso, continua a tenere impegnata (molto virtualmente nel suo caso) una struttura universitaria potenzialmente sottratta al altri ben più solleciti studenti. Quanto poi al fatto che questo farà aumentare di voti ai 5S è vero: il popolo minuto vi si vede molto ben rappresenta, ma questo non significa che è la scelta migliore, è solo la maggioritaria.Più sbagliano più il popolo vi si immedesima. E' successo tante volte nella storia che non insegna nulla. Vedi il secolo scorso..... Rispondi a pinucciodepalo@libero.it

  • roberto padova ha scritto il 21 marzo 2018 alle 00:34 :

    Mamma mia che spreco di parole inutili per articoli inutili (alla fine faranno aumentare i consensi al M5S) . E' assodato dall'immagine del biglietto che si trattava di lunga percorrenza di ben oltre 4 ore di viaggio (dalle 18:15 alle 22:20), contestuale ad una prima classe alla quale era applicata una consistente agevolazione SUPER ECONOMY come riportato dall'esponente politico dei 5 Stelle. La seconda classe di regola si prende quando un chilometraggio è inferiore a 100Km di viaggio. Come si fa avere giornalisti iscritti alla categoria con tale bella, buona, e ingenua ignoranza? AVANTI TUTTA CON UN GOVERNO A GUIDA DI MAIO E I SUOI MINISTRI Rispondi a roberto padova

  • Enzo elia ha scritto il 20 marzo 2018 alle 16:17 :

    Forse l'ingenuità di questa gente dovrebbe farci riflettere che può esistere un Italia sincera e ingenua che può cambiare qualcosa.e perché no in prima classe,io ci sarei andato con un jet privato Rispondi a Enzo elia

    pinuccio depalo ha scritto il 13 maggio 2018 alle 10:58 :

    Prima di tutto la lingua italiana con le sue regole: grammatica, sintassi ecc. ecc. Rispondi a pinuccio depalo