Rievocazioni

Corteo storico di Bitonto, storia di un grande successo

Più di quindicimila visitatori per una 'quattro giorni' d’epoca settecentesca

Cultura
Bitonto martedì 05 giugno 2018
di La Redazione
Ballo del settecento
Ballo del settecento © n.c.

Il Corteo storico bitontino 2018, che ha preso avvio il 31 maggio scorso e si è concluso domenica sera, ha riscosso un grande successo.

A teatro lo spettacolo “Bitonto in amore” dell’associazione culturale “Amici per la Crepapelle” ha registrato per ben due volte il sold out, con quasi 500 biglietti venduti.

Grande affluenza anche per il laboratorio artistico “La Bottega del Candelaio” di Teodoro Ugone al Torrione Angioino che ha portato a rivivere l’epoca settecentesca con la realizzazione di candele tortili dell’epoca.

I palazzi Regna-de Ferraris, Bove e Rogadeo nel borgo antico poi sono stati presidiati e animati dalle associazioni “Okiko the Drama Company”, “Mariott’Arte” e “Amici per la Crepapelle” e sono riusciti a trascinare turisti da ogni dove, a partire dalle vicine Terlizzi, Molfetta, Giovinazzo, per finire alle più lontane Roma e Milano. Per questo si ringraziano le tre associazioni culturali, i proprietari e gli inquilini delle dimore storiche per la grande disponibilità.

La sfilata rievocativa della Battaglia si è svolta nel migliore dei modi: tra sbandieratori, tamburi, labari colorati, militari, nobili abbigliati con sontuosi e ricchissimi vestiti fatti di stoffe damascate, sete, pizzi e merletti. Anche quest’anno preziose le collaborazioni con: l’associazione bandistica “Bastiani Lella” di Bitonto, l’Acsd “I cavalieri del Palio” di Palo del Colle, “Militia Sancti Nicolai” di Bari, associazione Sbandieratori di Capurso, Centro Studi e Ricerca Nundinae” di Gravina in Puglia, “Centro Studi e Ricerca – Onlus Cultura et Memoria” di Ruvo di Puglia, i figuranti del Palio di Ruvo di Puglia e del “Reggimento Real Marina” di Caltanissetta. Il Corteo è stato trasmesso in streaming e su digitale terrestre grazie alla diretta prodotta da Radio 00, con la collaborazione di GoStreaming e l’apporto di TeleBari e TeleTrani: più di 3000 le persone che hanno seguito la diretta sulle pagine Facebook e almeno 10mila gli utenti collegati sui canali 12 e 188 in Tv.

Il gran finale si è svolto il 3 giugno con il Gran Ballo del ‘700. Ci sono stati circa 400 visitatori, saliti a Palazzo Gentile dalle 20 alle 23.15 in gruppi da 20-25 persone, per rivivere l’epoca così cara per la nostra città. Ad accompagnarli nella visita la dama Sylos, Carmen Rucci, e il poeta Damiano Bove. Sul ballatoio hanno affascinato i visitatori le ballerine della compagnia “Armonia” di Giusy Febbrile; all’interno le poesie di guerra dedicate a Montemar sono state declamate dai poeti Massimiliano Robles e Mario Sicolo, mentre nella Sala degli Specchi l’attendeva il Ballo. Quest’ultimo, a cura di Piergiorgio Meola dell’Okiko the Drama Company, ha visto volteggiare Meola e Vito Scaraggi assieme alla ballerina Noemi Farella. Dame e nobili in una sala solitamente dedicata a danze, banchetti e sfarzi, condotti nel ballo da un quartetto d’archi.

L’accademia della Battaglia, ringrazia per la disponibilità e il contributo il sindaco Michele Abbaticchio, l’assessore al marketing territoriale Rino Mangini, tutta l’amministrazione comunale, e il consigliere regionale Domenico Damascelli. Il comandante Gaetano Paciullo della Polizia locale per l’ordine con cui si è svolta la sfilata, il vicequestore aggiunto Fabrizio Gargiulo per la presenza e la pianificazione dell’ordine pubblico. E l’Azienda ai Servizi Vari e la ditta “Gruppo Intini” per la collaborazione alla migliore riuscita della manifestazione.

L’Istituto Comprensivo Modugno-Rutigliano-Rogadeo per l’ospitalità durante le prove, per la costumeria, l’allestimento di sale di trucco e parrucco durante l’uscita dei quadri.

I sacerdoti: don Ciccio Acquafredda, don Giovanni Giusto, don Francis Xavier, don Peppino Ricchiuto e il personale del Museo diocesano di Bitonto, per la collaborazione nel reperimento del vestiario del clero.

Tutti i soci che a vario titolo hanno offerto la preziosa collaborazione, in particolare la prof.ssa Lucia Ciliberti per il progetto grafico. Per impaginazione e stampa la tipografia “Tipolito Vitetum Snc”.

Si ringrazia inoltre Luigi Nisio (alfiere, discendente dell’alfiere che fu dell’esercito del gen. Montemar), Antonio Mongiello (Gen. Montemar), Franco Morea (Sindaco Regna), Carmen Rucci (Prima Dama), Franco Brini, il personale tutto della Biblioteca ComunaleVincenzo Rogadeo”, Mario Vitolo (fotografo) e Camilla Zambetti (Zone Manager Avon Bari-Bitonto-Palo).

Maria Francesca Cariello, Lucia Ciliberti, Mimma Daucelli, Nico D’Egidio, Emanuele Dimundo, Giovanni Garofalo, Concetta Gentile, Maria Giovanna Lacetera, Sabina Perrini, Anna Maria Pice, Maria Giovanna Rizzi, Rosaria Rubino, Gianluca Ruggiero, Giuseppe Ruggiero, Umberto Ruggiero, Alexia Saracino, Domenico Schiraldi, Vincenzo Schiraldi, Maria Tullo, Michele Vacca, Danilo e Flavio Vacca.
Lascia il tuo commento
commenti