Il caso

Asv vs Comune, revocati i bandi per l’assunzione del personale

Il sindaco Abbaticchio ha chiesto l’immediato ritiro degli avvisi di selezione, pubblicati dall’Azienda Servizi Vari, lo scorso 23 maggio

Cronaca
Bitonto venerdì 25 maggio 2018
di Annarita Cariello
La mail ricevuta dal sindaco Abbaticchio
La mail ricevuta dal sindaco Abbaticchio © n.c.

Tutto è accaduto in meno di 48 ore. Il 23 maggio scorso l’Azienda Servizi Vari pubblica sul proprio portale online una serie di avvisi pubblici per “la formazione di graduatorie da cui attingere per assunzioni a tempo determinato”. La notizia fa il giro del web e della città e molti residenti in cerca di lavoro chiedono delucidazioni per poter presentare la propria candidatura e sperare di ottenere un posto come operatore ecologico o tecnico dell’azienda.

Ma ecco il primo inghippo: per alcune ore il portale istituzionale risulta fuori uso, “per un problema tecnico”. Niente candidature, dunque, e l’attesa aumenta. Fino alla pubblicazione, sia sul profilo facebook che sul sito dell’Asv, di un annuncio che lascia tutti spiazzati: il sindaco Michele Abbaticchio, con una mail, chiede la revoca con effetto immediato di tutti gli avvisi di selezione pubblica.

Infatti, esistono precise disposizioni per le società a partecipazione pubblica: entro il 30 settembre 2017 l’Asv avrebbe dovuto effettuare la ricognizione del personale in servizio, individuandone le eventuali eccedenze, ed entro il 10 dicembre dello stesso anno ne avrebbe dovuto dare comunicazione al Comune. Queste disposizioni - inviate dal Comune all’Asv per conoscenza - non hanno ricevuto alcuna risposta da parte dell'azienda.

Inoltre, nella nota di aggiornamento al Dup 2018-2020, tra gli obiettivi gestionali dell’Asv era stato inserito il contenimento dei costi operativi relativi alla società, tra cui la spesa per il personale. E c'è di più: nell’atto di indirizzo approvato dal consiglio comunale erano previsti dei vincoli di assunzione per le partecipate: in particolare è stato predisposto il divieto di assunzione a tempo indeterminato entro il 30 giugno, mentre erano fatte salve invece quelle a tempo determinato, ma solo a seguito di specifiche esigenze e solo previa richiesta di autorizzazione all’amministrazione comunale. L’ente comunale, infatti, per legge esercita un controllo sugli organismi partecipati e controllati. Per questi motivi, il sindaco Abbaticchio ha revocato gli avvisi di selezione del personale.

Già il consigliere comunale di Insieme per la Città – ed ex assessore al bilancio – Michele Daucelli qualche ora prima aveva commentato la vicenda sul proprio profilo facebook, definendo il bando per l’assunzione del personale “illegittimo” perché – come si legge nel post – “l’Asv spa è una partecipata del Comune, pertanto sottoposta ai vincoli di spesa dei dipendenti degli enti pubblici”.

Risolto l’arcano, dunque. Ai residenti, senza lavoro, resta però l’amaro in bocca di una possibilità che, almeno per qualche ora, aveva fatto sobbalzare il cuore di speranza, in un contesto socio-economico davvero difficile per chi è ancora senza lavoro.

Lascia il tuo commento
commenti