Il racconto

I pellegrini ortodossi in visita in Puglia e Basilicata per venerare San Nicola e i Santi Medici

Sono stati accompagnati a Matera dal teologo bitontino Giuseppe Cannito, a seguito della partecipazione alla preghiera ecumenica di papa Francesco lo scorso 7 luglio

Attualità
Bitonto martedì 10 luglio 2018
di La Redazione
Moncilo Pavlovic con il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e il teologo bitontino Cannito
Moncilo Pavlovic con il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e il teologo bitontino Cannito © n.c.

In occasione della preghiera ecumenica indetta da Papa Francesco lo scorso 7 luglio a Bari alla presenza di molti capi delle chiese orientali, è giunto a Bitonto il teologo Momcilo Pavlovic, proveniente dal Patriarcato ortodosso di Skopje (città natale di Madre Teresa di Calcutta).

Il professore, durante la preghiera ecumenica sul lungomare di Bari, ha salutato padre Giovanni Distante o.p. priore della Basilica Pontificia di San Nicola e don Vito Piccinonna parroco-rettore della Basilica Pontificia dei Santi Medici di Bitonto.

Poi, domenica 8 luglio Moncilo, accompagnato dal teologo bitontino Giuseppe Cannito, ha visitato con stupore i Sassi di Matera, assistendo nella cattedrale di Sant’Eustachio. alla liturgia eucaristica presieduta dal rettore don Domenico Falcicchio. Su indicazione del diacono Michelangelo Cifarelli, collaboratore nella cancelleria arcivescovile di Matera, hanno visitato anche la chiesa di San Giovanni Battista del XIII secolo, molto cara ai materani, ubicata all’ingresso dei sassi, dove, nella cappella laterale, vengono venerati con un culto speciale i Santi Cosma e Damiano, e le chiese rupestri scavate nella roccia dei sassi decorate con gli affreschi greci-bizantini, definiti dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

La presenza degli ortodossi è sempre più frequente in questi ultimi anni nella Basilica bitontina, a tal proposito, Momcilo ha affermato che con il beneplacito del Patriarca Sua Beatitudine Stefan a settembre guiderà un gruppo di pellegrini ortodossi provenienti dalla Repubblica della Macedonia e dalla Serbia a visitare la Basilica Pontificia di San Nicola di Bari (la tomba), la Basilica Pontificia dei Santi Medici Cosma e Damiano di Bitonto (le reliquie) insieme alla Cattedrale romanica pugliese del XII secolo, vero gioiello dell’arte romanica pugliese, e infine la città dei Sassi di Matera (gli affreschi greci-bizantini).

«La Basilica dei Santi Medici viene visitata da migliaia di pellegrini annualmente. Occorre che i pellegrini cattolici e ortodossi siano accolti con tutti gli onori, perché testimoniano la loro devozione di pietà verso i Santi Medici», è quanto affermato dall’arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, proprio in riferimento ai pellegrinaggi devozionali.

Lascia il tuo commento
commenti