GMDR 2018

Senza confini, così i bambini celebrano la Giornata Mondiale del Rifugiato

L'iniziativa si è svolta nell'asilo Sant'Antonio, dove la Cooperativa sociale Auxilium ha organizzato una serie di attività ludico didattiche

Attualità
Bitonto sabato 23 giugno 2018
di Mariagrazia Lamonaca
I bambini dello Sprar all'asilo sant'Antonio insieme al sindaco Michele Abbaticchio
I bambini dello Sprar all'asilo sant'Antonio insieme al sindaco Michele Abbaticchio © n. c.

Il 20 giugno in tutto il mondo si è celebrata la Giornata Mondiale del Rifugiato (Gmdr) 2018, istituita dall'Onu per commemorare l'approvazione della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati (1951).

La ricorrenza è stata celebrata anche a Bitonto, nei locali dell'asilo Sant'Antonio, dove la Cooperativa sociale Auxilium, nell'ambito del progetto Sprar, ha organizzato una serie di attività ludico didattiche di ispirazione montessoriana. Il progetto, attuato in collaborazione con la cooperativa Eughenia e la scuola materna Sant'Antonio, ha coinvolto i bambini dello Sprar e non solo per la realizzazione dell'Albero della Libertà, grazie all'attrice Abra Lupori.

«La Giornata Mondiale del Rifugiato - spiega a BitontoLive Luana Costa, assistente sociale Auxilium - ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che sono costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciando i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che fa parte della loro vita. Ma soprattutto questa giornata invita a non dimenticare mai che dietro ognuno di loro c'è una storia che merita di essere ascoltata. Sono storie di sofferenze e umiliazioni, ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro portando un contributo alla società che lo ha accolto».

Le storie di questi uomini e di queste donne, le testimonianze di solidarietà di esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo, e l'elenco delle informazioni sulle principali iniziative in programma su tutto il territorio nazionale sono disponibili sul sito della campagna #WithRefugees, con la quale l'Agenzia Onu per i Rifugiati (UNHCR) vuole dare visibilità alle espressioni di solidarietà verso i rifugiati. La campagna, che durerà fino al 19 settembre, ha anche lo scopo di mostrare ai leader mondiali che i cittadini sono dalla parte dei rifugiati e vogliono inviare un messaggio ai governi affinché collaborino per migliorare le loro condizioni.

Alla Giornata Mondiale del Rifugiato a Bitonto hanno partecipato anche il sindaco Michele Abbaticchio, l'assessore ai Servizi sociali Gaetano De Palma, il responsabile Sprar Auxilium Sante Sabatino, la presidente della Cooperativa Eughenia Patrizia Moretti e la direttrice della scuola materna Sant'Antonio, Angela Mancazzo.

Lascia il tuo commento
commenti